rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Pisapia sulle coppie di fatto: "Dò un anno al consiglio, poi ci penso io"

Il sindaco si mostra "decisionista" su una promessa elettorale per ora non mantenuta a causa della linea attendista: il papa infatti è atteso a Milano. "Siamo rispettosi ma poi prendiamo le nostre decisioni"

Come è noto, in consiglio comunale c'è ampio dibattito - all'interno della maggioranza - sulle coppie di fatto, tra chi vorrebbe introdurle il prima possibile e chi vorrebbe prendere tempo. Per ora ha "vinto" la seconda linea, anche in vista del viaggio a Milano del Papa, previsto per il primo weekend di giugno.

Ma a un anno dall'elezione a sindaco, Giuliano Pisapia sente di dover fare in fretta a mantenere una chiara promessa elettorale che prevedeva il registro delle unioni civili. E nella diretta speciale di Radio Popolare sull'anniversario delle elezioni, ha dichiarato che provvederà in ogni caso entro la fine del 2012. Per la precisione ha dato tempo fino a dicembre al consiglio comunale: "Poi - ha detto - assumerò io personalmente con la mia giunta la decisione". Lo stesso pensiero il sindaco l'aveva espresso, più o meno, da Fazio. Pisapia ha anche fatto capire che rimandare una decisione per rispetto nei confronti di altissime autorità può avere un senso ma non deve portare al non agire: "Dopo il Papa ci saranno il Dalai Lama e tanti altri - ha spiegato - noi abbiamo attenzione per tanti mondi diversi, poi prendiamo le nostre decisioni".

All'interno del Pd in consiglio comunale per il momento aveva vinto la linea attendista, ma con molti malumori interni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisapia sulle coppie di fatto: "Dò un anno al consiglio, poi ci penso io"

MilanoToday è in caricamento