Politica

"Milano ha fatto tanto per gli immigrati, ma siamo stati lasciati soli"

Le parole del sindaco a un convegno: "Abbiamo dato a tutti un pasto, un tetto, accoglienza e cure mediche - ha detto Pisapia - costruendo una rete che ha messo a sistema le realta' pubbliche e private della citta'"

Il primo cittadino Pisapia

"Milano e' un luogo di attrazione per tanti migranti, spesso in transito. Noi stiamo cercando di costruire risposte di sistema, e non solo di tamponare emergenze": lo ha detto il sindaco di Milano Giuliano Pisapia nel suo intervento di saluto al convegno in corso al Palazzo Reale di Milano, organizzato da Amnesty International in occasione della Giornata internazionale dei migranti, che si celebra giovedì.

Il primo cittadino ha ricordato che in poco piu' di anno a Milano sono arrivati oltre 52mila profughi, in maggioranza siriani ma anche provenienti da altre zone di guerra. "Abbiamo dato a tutti un pasto, un tetto, accoglienza e cure mediche - ha detto Pisapia - costruendo una rete che ha messo a sistema le realta' pubbliche e private della citta', tanto quelle attive che le piu' nuove".

Il sindaco ha pero' ricordato che "Milano ha dovuto fare tutto da sola": "Chiediamo che il nostro metodo diventi un modello per il Paese, e che il governo e l'Europa assegnino risorse e sostegno adeguati. Gli italiani hanno tutto da guadagnare da un Paese piu' competitivo, piu' dinamico, piu' aperto", ha concluso Pisapia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Milano ha fatto tanto per gli immigrati, ma siamo stati lasciati soli"

MilanoToday è in caricamento