rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Politica Duomo / Piazza della Scala

Pisapia: "Ricevo minacce ma rifiuto la scorta"

Il sindaco ha confessato di avere detto no alla scorta "per stare in mezzo agli altri cittadini"

"Vengo minacciato ma non voglio la scorta". E' la confessione del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, durante un incontro sulla legalità organizzato da Confcommercio. Il sindaco ha raccontato la sua esperienza personale di politico in vista. "Chi è visibile perché ricopre un ruolo istituzionale è esposto ed è un punto di riferimento per i criminali", ha affermato al microfono: "Ciascuno abbia la capacità di far fronte alla criminalità".

Parlando di sé, ha riferito di ricevere 800 lettere alla settimana. C'è di tutto: ringraziamenti, complimenti, critiche ma anche, appunto, minacce vere e proprie. "Faccio a meno della scorta", ha aggiunto, "per dare un segnale: stare in mezzo alla città come tutti gli altri cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisapia: "Ricevo minacce ma rifiuto la scorta"

MilanoToday è in caricamento