Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Ruby-Berlusconi, Marysthell Polanco: «In aula dirò la verità, mi sento una donna con dei figli»

La soubrette tra le protagoniste delle "cene eleganti" ad Arcore promette che la sua versione sarà diversa da quella raccontata durante il processo principale

Silvio Berlusconi sarà candidato alle elezioni europee del 26 maggio e, per questo, il processo Ruby ter, in cui è accusato di corruzione di testimoni per il procedimento principale sul caso Ruby, è stato sospeso: i giudici hanno accolto la richiesta dei difensori dell'ex presidente del consiglio sulla base della "leale collaborazione tra il potere giudiziario e quello legislativo". Di conseguenza, in Tribunale si riprenderà il 10 giugno.

I tempi si intrecciano con la chiusura del Ruby bis, in cui invece erano imputati (per favoreggiamento della prostituzione) il giornalista Emilio Fede e l'ex consigliera regionale Nicole Minetti: entrambi condannati, il primo andrà ai domiciliari e la seconda potrà chiedere l'affidamento in prova. Fede ha già fatto sapere che vorrebbe chiedere la Grazia al presidente della Repubblica.

Tornando al Ruby ter, invece, Marysthell Polanco (imputata per falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari con una trentina scarsa di persone, tra cui appunto Berlusconi) ha rilasciato alcune dichiarazioni che potrebbero fare "tremare" qualcuno. La soubrette ha spiegato che le sue dichiarazioni in aula "saranno forse diverse rispetto a quelle affermate nel processo principale" e ha aggiunto di avere deciso "di dire le cose come stanno, di dire la verità perché mi sento una donna con dei figli". Infine, ha detto che "magari la mia posizione non è tanto diversa da quella di Imane Fadil".

Echeggia ancora dunque il nome della modella marocchina morta in circostanze misteriose l'1 marzo 2019, dopo un'agonia di un mese all'Humanitas di Rozzano e l'idea di essere stata avvelenata (cosa smentita dalle analisi effettuate finora, ma l'inchiesta è aperta). Fadil era pronta a testimoniare contro Berlusconi in merito alle "cene eleganti" e alla questione della "corruzione di testimoni". La sua deposizione è stata comunque accolta in dibattimento

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruby-Berlusconi, Marysthell Polanco: «In aula dirò la verità, mi sento una donna con dei figli»

MilanoToday è in caricamento