San Siro, "troppi biglietti gratis" ai politici: scoppia la polemica

Marco Cappato, consigliere di Sel, lancia l'accusa: "Meccanismo opaco e dal costo elevatissimo". Palazzo Marino precisa: "Pisapia allo stadio solo per il derby"

E' scoppiata una piccola polemica tra il Comune e alcuni organi d'informazione, che hanno attaccato in modo velato ma non troppo l'amministrazione per i biglietti gratis per gli eventi di San Siro di cui molti politici usufruito, forse anche troppo.

Tutto parte dalla denuncia di Marco Cappato dei Radicali, poi passa su Affaritaliani.it - che pubblica il prospetto dei biglietti ricevuti dai politici - e infine arriva sulle pagine del Giornale. Che fa una rassegna di tutti i consiglieri, assessori e così via che hanno chiesto - senza pagare - in questi mesi biglietti San Siro, per partite o concerti. Tutte le autorità milanesi hanno diritto a due biglietti ad evento, ma c'è qualcuno che forse ne ha chiesti troppi.

Scrive il Giornale sulle pagine milanesi: "Tirando le somme, da settembre a dicembre si arriva a quota 2.746 tagliandi. Al sindaco Giuliano Pisapia sono andati 84 biglietti, i 4 a partita che gli spettano. Ben 252 gli omaggi per l'assessore Chiara Bisconti e 52 quelli per Stefano Boeri (che però dal 19 ottobre rinuncia ai 2 in tribuna d'onore). Parca l'assessore Lucia Castellano (18 biglietti), superata addirittura da una dipendente comunale che arriva a 35. Perche' si scopre che anche alcuni dipendenti comunali e addirittura un cittadino e un ex dipendente comunale attingono al pozzo senza fondo degli ingressi gratis".

Cappato, consigliere dei Radicali, ci va giù duro affermando che questo "malcostume" costerà "nei prossimi anni fino a 10 milioni di euro per le sole partite. E addirittura 20 con coppe e concerti. Tutto non certificato, questo meccanismo è quantomeno opaco. Pensate che c'è stato addirittura chi li ha venduti, negli anni passati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il Comune, con una nota, risponde al polverone: "Si precisa che il sindaco Giuliano Pisapia dall'inizio del suo mandato è stato a San Siro una sola volta, accompagnato dalla moglie, in occasione del derby, in rappresentanza della città ad uno degli eventi sportivi più importanti per Milano e seguita in tutto il mondo. Quanto alla convenzione che lega il Comune alle società sportive Milan ed Inter, si ricorda che questa è stata stipulata nel 2000, non ha subito poi nessun cambiamento ed è di durata trentennale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

  • Hostess con febbre sul Ryanair Milano-Catania: paura per il covid

  • Sangue sul Sempione, schianto auto moto: morto ragazzo di 20 anni, gravissima l'amica

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento