Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica San Siro

San Siro, "troppi biglietti gratis" ai politici: scoppia la polemica

Marco Cappato, consigliere di Sel, lancia l'accusa: "Meccanismo opaco e dal costo elevatissimo". Palazzo Marino precisa: "Pisapia allo stadio solo per il derby"

E' scoppiata una piccola polemica tra il Comune e alcuni organi d'informazione, che hanno attaccato in modo velato ma non troppo l'amministrazione per i biglietti gratis per gli eventi di San Siro di cui molti politici usufruito, forse anche troppo.

Tutto parte dalla denuncia di Marco Cappato dei Radicali, poi passa su Affaritaliani.it - che pubblica il prospetto dei biglietti ricevuti dai politici - e infine arriva sulle pagine del Giornale. Che fa una rassegna di tutti i consiglieri, assessori e così via che hanno chiesto - senza pagare - in questi mesi biglietti San Siro, per partite o concerti. Tutte le autorità milanesi hanno diritto a due biglietti ad evento, ma c'è qualcuno che forse ne ha chiesti troppi.

Scrive il Giornale sulle pagine milanesi: "Tirando le somme, da settembre a dicembre si arriva a quota 2.746 tagliandi. Al sindaco Giuliano Pisapia sono andati 84 biglietti, i 4 a partita che gli spettano. Ben 252 gli omaggi per l'assessore Chiara Bisconti e 52 quelli per Stefano Boeri (che però dal 19 ottobre rinuncia ai 2 in tribuna d'onore). Parca l'assessore Lucia Castellano (18 biglietti), superata addirittura da una dipendente comunale che arriva a 35. Perche' si scopre che anche alcuni dipendenti comunali e addirittura un cittadino e un ex dipendente comunale attingono al pozzo senza fondo degli ingressi gratis".

Cappato, consigliere dei Radicali, ci va giù duro affermando che questo "malcostume" costerà "nei prossimi anni fino a 10 milioni di euro per le sole partite. E addirittura 20 con coppe e concerti. Tutto non certificato, questo meccanismo è quantomeno opaco. Pensate che c'è stato addirittura chi li ha venduti, negli anni passati".

Ma il Comune, con una nota, risponde al polverone: "Si precisa che il sindaco Giuliano Pisapia dall'inizio del suo mandato è stato a San Siro una sola volta, accompagnato dalla moglie, in occasione del derby, in rappresentanza della città ad uno degli eventi sportivi più importanti per Milano e seguita in tutto il mondo. Quanto alla convenzione che lega il Comune alle società sportive Milan ed Inter, si ricorda che questa è stata stipulata nel 2000, non ha subito poi nessun cambiamento ed è di durata trentennale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Siro, "troppi biglietti gratis" ai politici: scoppia la polemica

MilanoToday è in caricamento