"Sono fascista e odio gli islamici": il post (poi rimosso) del candidato alle prossime elezioni

Bufera politica a Cologno dopo un messaggio su Facebook di un candidato di Fratelli d'Italia

Una manifestazione di Fratelli d'Italia

Bufera politica a Cologno Monzese, a poco più di un mese dalle prossime elezioni. Nel "mirino" è finito Salvatore Giuliano, per gli amici Sasà, che alla prossima chiamata alle urne correrà come consigliere comunale per Fratelli d'Italia. 

Tutta colpa di una "bio", pubblica, scritta sul proprio profilo Facebook e poi fatta sparire quando ormai era troppo tardi. "Prima di chiedermi l'amicizia sappi che sono fascista e odio gli islamici", il testo, accompagnato da una mano verosimilmente a indicare un saluto romano.

"Riteniamo intollerabile per la nostra città assistere a continui episodi di apologia del fascismo, perpetrati addirittura da persone delle istituzioni e militanti di partiti che amministrano Cologno - l'urlo della sezione colognese di Anpi -. Ogni volta che simili episodi si sono verificati, L'Anpi li ha sempre denunciati, facendo appello ai partiti, ai loro dirigenti e chi li rappresenta nelle istituzioni, affinché prendessero le distanze e mettessero in atto azioni concrete nei confronti dei responsabili". 

"Purtroppo i nostri appelli sono sempre caduti nel vuoto - recriminano dall'associazione dei partigiani -. Oggi l'Anpi rivolge un appello direttamente ai democratici e agli antifascisti colognesi affinché mantengano alta l'attenzione e, in vista delle elezioni per il rinnovo dell'amministrazione comunale in programma il prossimo 20-21 settembre, li invitiamo a esprimere la propria preferenza verso quei partiti e quelle persone di provata condotta democratica e rispettosi dei principi costituzionali". 

Da Giuliano, per ora, non sono arrivate repliche ufficiali. La bio è sparita dal suo profilo Facebook, che intanto è diventato privato e praticamente spoglio. Campeggia invece ancora la foto profilo in stile santino elettorale con la sua immagine e la citazione di Giorgio Almirante: "Se parliamo di Dio, patria e famiglia, non c'è nessuno più a destra di noi. Se parliamo di Stato sociale non c'è nessuno più a sinistra di noi...".

Foto - Il santino elettorale di Giuliano

santino salvatore giuliano-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento