Processo a Zambetti: la regione chiede risarcimento di 500 mila euro

Danno d'immagine e anche economico "a causa delle elezioni anticipate". L'ex assessore è accusato di voto di scambio con la 'ndrangheta

La Regione chiede risarcimento

La regione Lombardia chiede un risarcimento di 500 mila euro per Domenico Zambetti, ex assessore alla casa, sotto processo per voto di scambio con la 'ndrangheta. La regione si è costituita parte civile nel processo e reclama il danno d'immagine ma anche il danno economico, visto che l'accusa di rapporti con la criminalità organizzata per un assessore aveva portato alla crisi politica, dopo l'arresto di Zambetti, e le successive elezioni anticipate del 2013.

Elezioni che hanno avuto un costo di più di 17 milioni, in parte trasferiti dallo Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento