Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica Stazione Centrale / Piazza Duca D'Aosta

Profughi allontanati dalla Centrale. E Pisapia "sbotta" con giornalista Sky

Il sindaco in stazione. I profughi hanno passato la notte all'esterno o in strutture d'accoglienza

Profughi in Centrale (Rovellini/MT)

Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, si è recato sabato mattina in stazione centrale. Con lui gli assessori Marco Granelli (sicurezza) e Pierfrancesco Majorino (welfare) ma anche il prefetto Francesco Paolo Tronca, per constatare la situazione di una stazione "alleggerita", visto che il mezzanino è stato chiuso in nottata su disposizione della prefettura in risposta ai casi di scabbia emersi nella mattinata di venerdì durante le visite mediche del presidio sanitario.

I migranti hanno dormito prevalentemente sotto il porticato della stazione. Alcuni (circa 300) sono stati però ospitati in vari centri accoglienza, così come nell'auditorium della Casa della Carità aperto apposta. "In stazione centrale non c'è più degrado. Mi sembra che la stazione sia completamente rinnovata dal punto di vista della dignità per chi arriva", ha commentato Pisapia aggiungendo che il problema principale da risolvere è quello delle persone che "dormono per terra senza un'assistenza ed un'ospitalità".

Il sindaco ha poi "sbottato" con una giornalista di Sky che gli chiedeva che soluzione avessero trovato per sistemare i profughi allontanati dal mezzanino, visto che "il problema" si era solo spostato all'esterno (qui il video). "Allora li ospita lei a Sky?", ha chiesto Pisapia provocatoriamente, per poi aggiungere che "c'è chi parla e chi lavora" e, infine, che il comitato per l'ordine e la sicurezza è al lavoro per trovare soluzioni ma "c'è un livello di riservatezza che io come sindaco devo rispettare". Facendo però capire che la soluzione sarebbe a portata di mano.

Molti migranti hanno preferito dormire all'aperto per evitare di essere identificati: lo ha segnalato Majorino, che sul proprio profilo Facebook ha anche riferito di un eritreo che aveva spiegato di essere arrivato con un "bus" scortato dalla "police". "Vorrebbe dire - ha commentato l'assessore - inviato da qualche questura o prefettura. Ho confidato nel fatto che il nostro inglese non fosse adeguato".

Lunedì intanto in stazione inizierà ad operare una squadra antidegrado composta da disoccupati che percepiscono la borsa lavoro, per aiutare nelle pulizie. Sabato pomeriggio, invece, è arrivato il pediatra ad aggiungersi allo specialista di malattie infettive e al medico generico per visitare i migranti. Intanto il governatore Roberto Maroni, a Bergamo, è tornato sui suoi propositi di tagliare fondi ai comuni che accolgono i profughi. "Non lo farò più - ha detto - perché mi è stato chiarito che è contro la Costituzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi allontanati dalla Centrale. E Pisapia "sbotta" con giornalista Sky

MilanoToday è in caricamento