rotate-mobile
Politica Stazione Centrale / Via Tonale

Migranti, Pisapia: "Non riusciremo a sopportare tutti questi arrivi a lungo"

Il sindaco torna sul problema dell'accoglienza dei profughi e immigrati: 70 mila sono transitati a Milano da ottobre 2013

"Non riusciremo a sopportare a lungo una pressione così forte di arrivi", ha affermato Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, parlando di immigrati e profughi in arrivo in città, a margine dell'apertura del nuovo "hub" in via Tonale, all'ex dopo lavoro ferroviario, dove è stata allestita la prima accoglienza, in 450 metri quadri messi a disposizione da Grandi Stazioni.

"Sicuramente continueremo a fare la nostra parte, la parte di una città che non lascia da solo nessuno e di questo siamo orgogliosi", ha proseguito Pisapia, tornando a ribadire che "l'emergenza profughi riguarda non solo Milano, non solo l'Italia, ma tutta l'Europa".

Da ottobre 2013, quando è iniziata l'emergenza profughi, in città ne sono transitati circa 70 mila, di cui 15 mila bambini, prevalentemente siriani ed eritei ma anche di altre nazionalità: Sudan, Mali, Ghana, Togo, Etiopia, Pakistan, Somalia, Afghanistan, Iraq, Nigeria e Libia.

270 le richieste d'asilo. A giugno 2015 sono arrivate a Milano 7.700 persone, mentre dall'inizio del 2015 se ne contano 17 mila. Critiche all'hub sono arrivate dalla Lega in zona 2: "Spostano il problema di cento metri, ma gli immigrati continueranno a stazionare in piazza IV Novembre da mattina a sera, creando degrado e insicurezza", ha affermato Samuele Piscina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Pisapia: "Non riusciremo a sopportare tutti questi arrivi a lungo"

MilanoToday è in caricamento