rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Politica Duomo / Piazza della Scala

Protesta delle minoranze sotto Palazzo Marino: "Basta consigli comunali in pantofole"

Gli esponenti della minoranza del parlamentino chiedono che il consiglio torni a riunirsi in municipio

Qualche cavo di rete attaccato alle braccia, poi sedie, plaid e diversi cartelli. "Consigliere comunale disconnesso" e "Rispettate i milanesi, basta consigli in pantofole". È la protesta organizzata in piazza Scala a Milano da Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia, una manifestazione con un solo obiettivo: chiedere che il parlamentino di Milano torni a riunirsi a Palazzo Marino.

"Abbiamo manifestato davanti a Palazzo Marino per protestare contro la prosecuzione dei Consigli Comunali di Milano online nonostante la zona gialla — ha dichiarato il consigliere di minoranza Riccardo De Corato —. Ormai tutte le attività a Milano sono aperte, eppure il Consiglio Comunale continua a tenersi in remoto. È assurdo, soprattutto se si considera che altre assemblee come il Consiglio Regionale e persino la Camera e il Senato si riuniscono in presenza. Nonostante Milano sia stata riconfermata in zona gialla, il Sindaco Sala e il Presidente del Consiglio Comunale Bertolè hanno decretato la zona rossa permanente – ha aggiunto l'esponente di Fratelli d'Italia —. Sembra quasi una mossa studiata a tavolino dal centrosinistra per mettere il bavaglio all’opposizione".

Le minoranze chiedono che il parlamentino milanese torni a riunirsi almeno in forma mista "ovvero con la presenza di consiglieri in aula collegati informaticamente alla piattaforma in uso e consiglieri collegati da remoto attraverso la medesima piattaforma", si legge in una circolare diramata il 27 ottobre 2020. Attraverso la forma mista in aula potranno esserci al massimo 23 consiglieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta delle minoranze sotto Palazzo Marino: "Basta consigli comunali in pantofole"

MilanoToday è in caricamento