Il gran cuore di Milano: 30mila vestiti e giochi donati ai profughi

Gran successo per la raccolta abiti e beni di prima necessità da donare ai profughi o ai senzatetto in città. Soltanto sabato raccolti trentamila pezzi. L'iniziativa va avanti anche domenica. Ecco come partecipare

Successo per la raccolta - Foto repertorio

Ognuno ha portato qualcosa. Qualcuno si è presentato con un borsone pieno di vestiti, qualcun altro ha regalato scarpe, altri ancora hanno pensato ai più piccoli e hanno donato loro un giocattolo per fargli dimenticare - per qualche minuto - l’orrore. 

Ha risposto ancora una volta presente, il gran cuore di Milano, che ha partecipato in maniera eccelsa alla raccolta abiti e generi di prima necessità del Comune per i profughi e i senzatetto in città

Solo nella giornata di sabato, sono stati raccolti oltre tremila pezzi. Sacchi, borse, scatoloni: tutti pieni di vestiti, scarpe, giochi per bambini, prodotti per l'igiene personale, medicinali. Nei vari punti raccolta organizzati dal Comune sono arrivati in migliaia da Milano, ma anche da Bergamo, Varese, Como e da molte altre città della Lombardia.

Tantissime le famiglie, le coppie, i giovani: tutti accomunati dal sorriso e dalla voglia di fare qualcosa, nel loro piccolo, per chi è stato meno fortunato. 

All’iniziativa, che andrà avanti anche nella giornata di domenica, hanno partecipato anche gli assessori alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino, e alla Sicurezza e coesione sociale, Marco Granelli, che - insieme alla responsabile dei volontari del Comune di Milano, Diana De Marchi - hanno visitato alcuni centri di raccolta, tra cui quello di via Tonale, angolo Sammartini.

“Stiamo ricevendo uno straordinario afflusso di aiuti in queste ore – ha esultato Majorino –. Ringraziamo molto tutti i cittadini per la loro generosità. Finora, in 18 mesi, abbiamo accolto a Milano oltre 80mila i profughi, che sono stati alloggiati nelle apposite strutture e poi sono ripartiti. Un numero eccezionale. Un lavoro di accoglienza enorme, reso possibile grazie alla grande rete creatasi in città in collaborazione con le associazioni del terzo settore e decine di volontari”. 

“In un contesto cittadino di grande solidarietà, come quello milanese – ha continuato l'assessore, aprendo una piccola polemica - è davvero sconcertante come si sta muovendo la Regione Lombardia che ha deciso di non dare più fondi agli alberghi che ospitano i profughi. Milano, per fortuna, non ha bisogno dell'aiuto degli alberghi. Qui siamo organizzati con strutture apposite, ma in altre cittadine lombarde gli alberghi possono essere una risorsa importante”. 

Parole di gioia anche da parte dell’assessore Granelli. “Un grande ringraziamento – ha dichiarato - da parte di tutta la Giunta ai cittadini che, numerosissimi, stanno portando il loro contributo in queste giornate. L'enorme organizzazione messa in campo in questi mesi per accogliere i profughi sta funzionando molto bene e questo è molto importante anche perché vuol dire che la nostra città è più sicura per tutti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I punti raccolta, aperti dalle 10 alle 18, sono sei: Casa Jannacci, viale Ortles 69: indumenti e prodotti igiene personale; Ex-Cie, via Corelli 28: indumenti e prodotti igiene personale; Fondazione Progetto Arca, via Aldini 74: jeans, felpe magliette, tute, pigiami, intimo e giacche ma soprattutto scarpe da ginnastica per tutti; City Angels, via Pollini 4: vestiario uomo, ciabatte uomo, scarpe uomo e coperte, asciugamani, shampoo, spazzolini, pettini, rasoi schiuma da barba; Casa Suraya, Cooperativa Farsi Prossimo, via Padre Salerio 51; latte in polvere e omogeneizzati di frutta e verdura, biancheria intima, succhi di frutta e merendine, scarpe e ciabatte per donne, uomini e bambini; creme idratanti e materiale per igiene personale, detergenti e creme per bambini, zaini e zainetti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

  • Milano, scuola e covid: 4 bimbi positivi, tutte le classi in isolamento (più una educatrice)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento