Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Reddito minimo ai lombardi: si partirà con 700 euro al mese

Ecco come verranno selezionate le prime 20 mila famiglie

L'annuncio e ora le prime anticipazioni: il reddito di cittadinanza proposto dal presidente della regione, Roberto Maroni, comincia a prendere forma. Subito in salita la strada per il governatore leghista, che si è trovato a dover fronteggiare il "fuoco amico" di tutti gli alleati, compreso il suo segretario Matteo Salvini (e gli altri partiti di centrodestra). 

Tuttavia Maroni è andato avanti e ha dato incarico a Cristina Cantù, assessore alle politiche sociali, e Massimo Garavaglia, assessore all'economia, di studiare i dettagli. Che ora vengono resi noti. Si presume che i senza lavoro lombardi percepiranno 700 euro al mese per 12 mesi, eventualmente prorogabili. Si parla di qualcosa come 20 mila famiglie, a partire dal secondo semestre del 2015, utilizzando parte del fondo sociale europeo.

Sono però 250 mila le famiglie in regione con gravi problemi economici. Le prime 20 mila (circa), residenti in Lombardia da almeno cinque anni, verranno selezionate tramite l'Isee ma anche attraverso l'analisi concreta dei bisogni di ciascuno. Verranno prima, per esempio, quelli che ai problemi economici assommano anche problemi di salute. 

700 euro al mese, dunque, ma a un patto: che il beneficiario si impegni in un percorso formativo che lo porti poi ad un posto di lavoro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito minimo ai lombardi: si partirà con 700 euro al mese

MilanoToday è in caricamento