Sabato, 12 Giugno 2021
Politica Stazione Centrale / Via Vittor Pisani

Lombardia, 20 milioni per il referendum. Fiano (Pd), "si spendano per altro"

L'esponente democratico: "Siamo già tutti d'accordo e pronti a trattare col governo, soldi spesi inutilmente"

Polemiche sul referendum lombardo elettronico

E' polemica sui 20 milioni di euro che verranno spesi dalla regione Lombardia per acquistare le apparecchiature destinate al "voto elettronico" con cui il governatore leghista Roberto Maroni vuole chiedere ai lombardi di esprimersi per ottenere maggiore autonomia. La regione ha pubblicato ufficialmente il bando per l'acquisto, generando appunto polemiche.

"Spendere 20 milioni su una questione che vede tutti già d'accordo e pronti a trattare col governo è uno spreco inammissibile e anche uno schiaffo alle necessità e bisogni dei lombardi", ha commentato Emanuele Fiano, della segreteria nazionale del Pd e candidato alle primarie per il sindaco di Milano.

Secondo Fiano, con quel denaro "si potrebbe sanare le condizioni di vita, inaccettabili, di tanti milanesi che abitano nei quartieri di Aler, che è un'azienda regionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia, 20 milioni per il referendum. Fiano (Pd), "si spendano per altro"

MilanoToday è in caricamento