rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Regione, è il Ministero dell’Ambiente che opera per le bonifiche

L’opposizione presenta un’interrogazione su Grossi, l’imprenditore arrestato settimana scorsa che si occupa anche della bonifica di un’area di Pioltello. “Sui siti inquinati, è direttamente il ministero dell'Ambiente che opera, la Lombardia ha solo un ruolo di controllo”

Il vice presidente del consiglio regionale Marco Cipriano ha presentato un’interrogazione parlamentare sulla faccenda di Grossi, il re delle bonifiche arrestato la settimana scorsa per un giro di fatture gonfiate.

Cipriano ha sottolineato che proprio l’imprenditore si è occupato anche di una bonifica per conto della Regione, nell’ex Sisas di Pioltello.

“Il 10 gennaio 2007 l'allora ministro dell'Ambiente nel Governo Prodi, Alfonso Pecoraro Scanio, ha approvato con proprio decreto il progetto di bonifica presentato dalla società Tr Estate Due, con cui la stessa società si proponeva soggetto attuatore della bonifica in sostituzione del Fallimento 'Ex-Sisas', senza oneri finanziari a carico dello Stato” ha detto il sottosegretario del presidente per l'attuazione del programma Marcello Raimondi.

Ad avvalorare le tesi di Raimondi ci pensa Massimo Ponzoni, assessore regionale alla qualità dell'ambiente: “Innanzitutto sui siti inquinati a livello nazionale, che in Lombardia sono sette, è direttamente il ministero dell'Ambiente che opera con l'operatore privato, e quindi la regione Lombardia ha solo un ruolo di controllo. Il Pirellone vigila affinché la messa in sicurezza dei siti sia realizzata secondo i tempi” ha detto.

Sull’inchiesta che ha portato in carcere settimana scorsa Grossi e l’assessore Gariboldi, Ponzoni ha precisato: “la magistratura farà il suo corso, ma le bonifiche, chiunque le faccia, debbono proseguire perché è nell'interesse dei cittadini lombardi. Sarebbe un danno sospendere la messa in sicurezza di situazioni delicate come quelle di Pioltello Rodano, laghi di Mantova, e di tutte quelle aree strategiche della regione Lombardia”.

Insoddisfazione da parte dei consiglieri d’opposizione. Secondo Cipriano, titolare dell’interrogazione: “La risposta del sottosegretario Raimondi è pura burocrazia. Sostiene che la Regione abbia assolto ai propri compiti e scarica invece sul Comune di Milano ogni responsabilità”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, è il Ministero dell’Ambiente che opera per le bonifiche

MilanoToday è in caricamento