rotate-mobile
Politica Q.T.8 / Via Antonio Sant'Elia

Cattolici, musulmani e gli altri: tutti insieme contro la legge "anti moschee"

La legge regionale fissa paletti rigidissimi per ogni nuovo luogo di culto, di qualunque religione. Chiesta al governo la sospensione immediata

Ancora polemiche sulla legge regionale "anti moschee", la numero 3 del 2015, che ha messo paletti estremamente rigidi per la costruzione di nuovi luoghi di culto di ogni confessione (anche cattolici) con lo scopo di limitare al massimo la costruzione di moschee nel territorio lombardo.

Le comunità religiose lombarde hanno presentato al governo una istanza per chiedere la sospensione immediata della legge in questione. A presentare l'istanza l'Associazione studi giuridici sull'immigrazione (Asgi) e Avvocati per niente (Apn). All'appello hanno aderito molte realtà di tutte le religioni: dai cattolici agli evangelici, dagli induisti ai musulmani.

"Si tratta di una legge anticostituzionale che intacca i diritti fondamentali di migliaia di lombardi di diverse fedi, domandarne la sospensione immediata alla Corte Costituzionale è una richiesta più che legittima", ha affermato Alberto Guarisco dell'Asgi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolici, musulmani e gli altri: tutti insieme contro la legge "anti moschee"

MilanoToday è in caricamento