Politica

Renzi al Politecnico di Milano: "Sono fiducioso; dalla crisi possiamo uscire"

Passeggiata con il leader cinese

Renzi con il premier cinese

Giornata intensa, quella del premier Matteo Renzi, a Milano, giovedì 16 ottobre.

L'ex sindaco di Firenze "ha fatto gli onori di casa" all'Asem (vertice Europa - Asia) con i capi d Stato internazionali. Negli stessi istanti, un corteo di ragazzi protestava contro la manifestazione della Lega Nord di sabato e la stessa kermesse internazionale. 

Renzi ha accolto il presidente della Commissione Europea Jose' Manuel Barroso e il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy al centro congressi MiCo di Milano. Oltre a Barroso e Van Rompuy, sono arrivati al MiCo il ministro degli Esteri indiano Vijay Kumar Singh, il primo ministro estone Taari Roiras, il primo ministro del Vietnam Tan Dung Ngujen, il ministro degli Esteri Norvegese Borge Brede, il segretario degli Affari esteri filippino Albert Ferreros del Rosario. Al centro congressi sono presenti anche, tra gli altri, l'assistente speciale del primo ministro per gli Affari esteri del Pakistan, Sed Tariq Fatemi e il primo ministro della Malesia Mohammad Najib Razak.

 

Il premier ha anche effettuato una passeggiata al Politecnico di Milano con il premier cinese Li Keqiang

Nel corso di brevi battute con i giornalisti, Renzi ha speso parole di conforto "per gli imprenditori", che "danno benessere e creano lavoro", e non sono mossi "solo dal mero profitto". Parlando poi della crisi, ha detto di essere "fiducioso": "E' tornata prepotentemente, ma speriamo di uscirne. Qui o si vince tutti o non vince nessuno".

Presente a Milano anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, prima degli impegni istituzionali, ha effettuato una passeggiata in centro con la moglie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi al Politecnico di Milano: "Sono fiducioso; dalla crisi possiamo uscire"

MilanoToday è in caricamento