rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Renzi capo del governo, Maroni: "Cancelli il patto di stupidità"

E Pisapia chiede una riforma del titolo V: "Tensioni tra stato ed enti locali". Il Pd lombardo a Renzi: "La squadra che lavora su Expo non cambi"

Matteo Renzi non ha ancora iniziato le consultazioni in vista della presidenza del consiglio e - dalla Lombardia - arrivano per lui le prime "richieste". Il suo partito, per esempio, gli chiede la conferma di Maurizio Martina come sottosegretario con delega all'Expo 2015. Così si esprime Alessandro Alfieri, appena eletto domenica 16 febbraio segretario regionale: "C'è una squadra che deve continuare a lavorare insieme sull'Expo, perché se si tocca anche solo una casella si compromette tutto il lavoro". Dichiarazione con cui Alfieri fa intendere che gradirebbe anche la conferma di Maurizio Lupi (Nuovo centrodestra) alle infrastrutture. Scali aeroportuali e lavoro gli altri temi cardine per il Pd lombardo.

Il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, si rivolge invece a Renzi per chiedere proposte sui diritti civili, sulla legge elettorale e soprattutto sulla riforma del titolo V della Costituzione, quello sugli enti locali: "Finora ha portato solo tensioni e confusione tra stato, regioni e comuni", spiega Pisapia.

Ma anche Roberto Maroni, governatore lombardo, ha qualcosa da chiedere al futuro premier: "Farebbe bene a cancellare il patto di 'stupidità', pardon, di stabilità", ha scherzato: "E' uno dei maggiori fardelli delle amministrazioni locali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi capo del governo, Maroni: "Cancelli il patto di stupidità"

MilanoToday è in caricamento