rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

100 mila euro di "rimborsi facili": il Trota tra gli indagati

La Corte dei Conti ha aperto una procedura d'inchiesta contro i consiglieri regionali Renzo Bossi, Jari Colla, Giosuè Frosio e Monica Rizzi

Renzo Bossi, Jari Colla, Giosuè Frosio e Monica Rizzi sono i consiglieri regionali della Lega Nord a cui la procura della Corte dei Conti contesta un reato erariale di oltre 100 mila euro (questa contestazione fa seguito ad un'altra per un milione di euro avvenuta nei mesi scorsi).

Gli esponenti leghisti sono indagati per i cosiddetti "rimborsi facili" di spese "da considerarsi - li definisce la Corte - del tutto estranee al mandato consiliare e attinenti a interessi personali del singolo consigliere". Si fa riferimento al periodo che va dal 2008 al 2012.

Le indagini sono state dirette dal procuratore regionale Antonio Caruso e dai sostituti Luigi D'Angelo e Alessandro Napoli e sono state effettuate dalla guardia di finanza di Milano.

Ma i quattro non sono gli unici indagati, spiega la procura generale della Corte dei Conti. Ad essere sotto inchiesta sono anche i presidenti dei gruppi consiliari "a cui è affidato il compito e responsabilità circa la gestione dei fondi pubblici attribuiti ai gruppi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

100 mila euro di "rimborsi facili": il Trota tra gli indagati

MilanoToday è in caricamento