Politica

Falso ideologico, rinvio a giudizio per il sindaco di Baranzate Luca Elia

Il primo cittadino è accusato di aver fatto retrodatare alcuni atti di spesa

Rinviato a giudizio per falso ideologico il sindaco di Baranzate Luca Elia (Pd). La vicenda risale al 2016: il primo cittadino, insieme a un dipendente comunale, è accosato di avere modificato la data di alcuni atti di spesa per farli inserire nel bilancio dell'anno precedente. Il sindaco si era difeso fin dal principio sottolineando che, a suo dire, la denuncia era partita da un ex impiegato comunale vicino allo schieramento opposto al suo.

Il gup di Milano ha disposto il rinvio a giudizio per Elia: il 27 ottobre 2021 si terrà la prima udienza. Tra le spese che il sindaco avrebbe "spostato" al 2015, i diritti cimiteriali per quasi 90 mila euro, i gettoni di presenza dei consiglieri comunali e la progettazione del comando di polizia locale. Dalle opposizioni arriva la richiesta di dimissioni.

Elia è stato riconfermato sindaco alle elezioni del 2020 con il 46,75% dei consensi. Trattandosi di un Comune inferiore a 15 mila abitanti, il turno è unico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falso ideologico, rinvio a giudizio per il sindaco di Baranzate Luca Elia

MilanoToday è in caricamento