Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica Porta Romana / Via Pier Lombardo

Riunione della Cgil finisce in rissa: le reazioni

Baseotto (segretario lombardo): "No a chi cerca solo notorietà"

Rissa al Praenti (frame Repubblica)

"Ci devono cacciare loro": così si è espresso Giorgio Cremaschi, ex segretario della Fiom-Cgil, immediatamente dopo la bagarre che si è scatenata al Teatro Franco Parenti di Milano durante un attivo dei delegati lombardi. Ricostruendo la rissa, Cremaschi ha spiegato: "Volevamo che intervenisse formalmente un nostro delegato, e loro hanno reagito con la violenza fisica".

Durissima la reazione di Nino Baseotto, segretario generale della Cgil lombarda, che mette sotto accusa chi "alza i toni per avere notorietà". Secondo Baseotto, Cremaschi poteva entrare come rappresentante e aggiunge: "Credo non sia il caso di pretendere di poter parlare per primo quando c'è una fila di delegati che aspettano".

Per Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, presente all'incontro, "Cremaschi ha perso la capacità di ascoltare e confrontarsi con opinioni diverse". La Camusso ha aggiuto che si è trattato di "mancanza di rispetto" e ha sottolineato che l'irruzione "non riguarda la Fiom, non era la Fiom".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riunione della Cgil finisce in rissa: le reazioni

MilanoToday è in caricamento