rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Politica

Ruby Ter, archiviazione per Ronzulli e gli avvocati di Berlusconi

L'ex premier rischia invece il processo: con lui una ventina di ragazze e altri ancora

Gli avvocati di Berlusconi, Niccolò Ghedini e Piero Longo, sono stati prosciolti nell'ambito dell'inchiesta "Ruby Ter", nella quale l'ex premier e altre persone a lui vicine erano accusate di avere sostanzialmente corrotto alcuni testimoni del processo originario di Ruby al fine di evitare una condanna. Nel processo, Berlusconi era accusato di concussione e prostituzione minorile.

Per il gip Stefania Donadeo, in particolare, Ghedini e Longo hanno superato «il limite imposto dalla deontologia professionale, forse, in diverse occasioni», ma tale supposizione è basata unicamente su «numerosi elementi indiziari» e non su prove certe o quantomeno «indizi univoci e concordanti di un ruolo attivo di concorso in corruzione».

Accolta dunque la richiesta dei pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio. Archiviate anche le posizioni di Bruno Archi (ex vice ministro degli esteri), Valentino Valentini (ex deputato), Giuseppe Estorelli (capo scorta di Berlusconi), Serena Facchineri (ex fidanzata di Luca Risso, poi compagno di Ruby), Licia Ronzulli (europarlamentare), Renato Cerioli (marito di Licia Ronzulli), il padre di Ruby. E ancora l'amico di Ruby Antonio Passaro, le modelle Cinzia Molena e Diana Iriate Osorio. 

Una trentina di indagati rischia invece il processo per corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza. Tra questi lo stesso Berlusconi, accusato di avere corrotto le ragazze che frequentavano le "cene eleganti" per far sì che mentissero al processo. Rischiano il processo anche una ventina di ragazze, il cantante Mariano Apicella e poi Carlo Rossella (giornalista), Maria Rosaria Rossi (senatrice) e Giorgia Iafrate (funzionario di polizia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruby Ter, archiviazione per Ronzulli e gli avvocati di Berlusconi

MilanoToday è in caricamento