Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Ruby Ter, il processo slitta a luglio: troppo lavoro in tribunale

Decisa la data del processo per corruzione in atti giudiziari

Troppo lavoro in tribunale: così occorrerà aspettare il 3 luglio per l'inizio del processo "Ruby Ter", in cui 23 persone sono imputate per corruzione in atti giudiziari. Lo ha reso noto la decima sezione penale di Milano nell'udienza dell'11 gennaio, nella quale si sono presentate quattro imputate: Lisa Barizonte, Raissa Skorkina, Ambra Battilana e Chiara Danese. Queste ultime - già parti civili nel processo "Ruby Bis" - hanno annunciato che chiederanno di costituirsi nuovamente parte civile.

Tra gli imputati, Karima El Mahorug, alias Ruby, la ragazza marochina che fece esplodere il caso delle cosiddette "Olgettine" e dei party nella villa di Arcore di Silvio Berlusconi, a cui partecipò quand'era ancora minorenne, e poi l'avvocato Luca Giuliante, la senatrice Maria Rosaria Rossi e altre ragazze che parteciparono alle serate.

Diverse le persone per le quali invece si è già proceduto con l'archiviazione delle rispettive posizioni. Tra queste, la parlamentare di Forza Italia Licia Ronzulli e il marito, gli avvocati di Berlusconi Nicolò Ghedini e Piero Longo, Serena Facchinetti (ex fidanzata di Luca Risso, che poi divenne compagno - ormai ex - di Ruby), Mohamed El Mahroug (padre di Ruby), la funzionaria di polizia Giorgia Iafrate e altri ancora.

Il 28 gennaio è invece il giorno della decisione sul rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruby Ter, il processo slitta a luglio: troppo lavoro in tribunale

MilanoToday è in caricamento