Sagra di Baggio, Dimensioni Diverse protesta per l'esclusione: «Mai commesso reati»

L'associazione era stata esclusa (insieme a Share Radio) dalla sagra perché, secondo la giunta di centrodestra del Municipio 7, avrebbe «preso parte attiva» all'occupazione di Soy Mendel

La protesta degli attivisti di Dimensioni Diverse (foto MT)

Ancora scintille, al Municipio 7, sulla decisione della giunta di centrodestra di negare la partecipazione alla Sagra di Baggio (14-16 ottobre) a due associazioni locali (Dimensioni Diverse e la web radio Share Radio) perché avrebbero «preso parte attiva» alle iniziative di Soy Mendel, centro sociale che nel quartiere aveva occupato due edifici, uno pubblico e uno privato, subendo anche due sgomberi per questo.

Nella serata del 5 ottobre, molti simpatizzanti e attivisti di Dimensioni Diverse si sono presentati alla seduta del consiglio di Municipio e il presidente dell'associazione ha fatto un breve intervento per chiedere a Marco Bestetti (Fi), presidente del Municipio 7, di rivedere la sua decisione. Le posizioni sono però rimaste distanti e Bestetti ha rivendicato la scelta politica di non far partecipare alla sagra associazioni che avrebbero in un modo o nell'altro "partecipato" - anche indirettamente - al reato di occupazione abusiva.

Protesta Dimensioni Diverse - 01-2

Dimensioni Diverse ha rivendicato di non avere partecipato alle occupazioni ed anche di non avere effettuato attività proprie all'interno del centro sociale, come invece in qualche modo sembrava trasparire dalle dichiarazioni pubbliche di Bestetti. «Abbiamo solidarizzato con chi ha operato per aprire spazi di aggregazione sociale che erano vuoti da moltissimi anni. Questo, secondo la giunta del Municipio 7, sarebbe il "reato" commesso», si legge in un volantino firmato da Dd e Share Radio e diffuso dai cittadini durante la seduta. 

Ma Bestetti non arretra e, nella sua replica, ha escluso che si sia trattato di una scelta politica contro associazioni di sinistra: «Alla Sagra di Baggio anche quest'anno, come sempre, parteciperanno decine di associazioni i cui membri non ci voterebbero nemmeno sotto tortura: siamo contenti che partecipino e abbiamo dato loro più soldi di quelli che negli anni scorsi aveva stanziato per loro il centrosinistra», ha affermato, aggiungendo che si tratta semplicemente di una scelta di «legalità».

Polemico il centrosinistra: «Senza prove che Dimensioni Diverse abbia davvero commesso un reato, esiste anche il reato di calunnia», ha affermato Lorenzo Zacchetti del Pd, che ha ricordato anche che il direttore di settore del Municipio 7, chiamato a giudicare gli atti dal punto di vista della regolarità amministrativa, ha ritenuto che l'esclusione di Dd e Share Radio non fosse suffragata da «idonea motivazione». La sagra si avvicina e, probabilmente, l'ultima puntata della querelle non è stata ancora scritta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

  • Rosita e Luca, i due fidanzati morti tra le fiamme nella loro casa sui Navigli a Milano

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

Torna su
MilanoToday è in caricamento