Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Manovra, Sala: "Sono terrorizzato dai tagli, per i milanesi servizi più scarsi"

Il sindaco ha commentato la Legge di Bilancio dopo il direttivo dell'Anci

Terrorizzato. Così si è definito il sindaco di Milano Beppe Sala commentando gli effetti che la Legge di Bilancio avrà nel capoluogo lombardo. Il primo cittadino ha evidenziato le conseguenze negative che la manovra comporta per le città - soprattutto quelle più grandi - a margine del direttivo dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani.

"Il rischio che vedo per Milano è sulla qualità dei servizi", ha detto Sala, rassicurando i milanesi sul fatto che l'amministrazione comunale non toccherà "le tasse né le esenzioni", ma che "un decadimento dei servizi" a causa delle misure contenute nella manovra sarà inevitabile, a meno che il governo non prenda in considerazione le proposte di emendamento avanzate da Anci.

Anche la 'quota 100' avrà degli effetti tangibili: "Avremo centinaia di uscite tra i dipendenti pubblici - specifica il sindaco - e meno dipendenti vuol dire quasi sempre anche meno servizi". I lavoratori che sceglieranno di andare in pensione, infatti, a causa dei tagli potranno essere sostituiti solo in parte. Anci presenterà al governo un testo emendativo e prima di mettere in atto i tagli aspetterà una risposta da Palazzo Chigi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra, Sala: "Sono terrorizzato dai tagli, per i milanesi servizi più scarsi"

MilanoToday è in caricamento