Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

La chiamata di Sala ai milanesi: "Sette temi e sette incontri per decidere il futuro di Milano"

Negli incontri si parlerà di come dovrà cambiare Milano nei prossimi mesi

Disegnare il futuro della città, o almeno tracciare un solco per decidere dove far correre la metropoli lombarda. Un futuro non tanto lontano perché nel 2021 ci sono le elezioni. È questo l'obiettivo dell'iniziativa lanciata dal primo cittadino Beppe Sala. Un "progetto" che vuole coinvolgere le parti sociali ed economiche della città, articolato su sette temi e altrettante giornate di lavoro. L'iniziativa è stata annunciata nel pomeriggio di mercoledì dal sindaco sulla sua pagina Facebook.

La kermesse inizirà il 12 ottobre quando negli spazi del Piccolo Teatro di Milano si parlerà di metropoli e quartieri, poi si parlerà di transizione ambientale, salute, lavoro e smart working, bisogni della città e, ancora, "nascere, crescere e vivere a Milano" e "una città che crea, sa e forma".

La Milano del futuro: le idee su cui vuole confrontarsi Sala

"I lavori — ha spiegato il sindaco — si articoleranno in momenti distinti. Inizieranno con la creazione di un tavolo di lavoro per ogni tema composto da esperti delle materie provenienti da realtà pubbliche e private. A questi tavoli, ospitati nelle sedi di alcune delle più prestigiose istituzioni della città scelte per la loro competenza nelle materie in questione, si discuterà, a porte chiuse, dei temi per elaborarne i principali contenuti. I risultati di questi lavori saranno presentati poi in sette giornate diverse, ognuna dedicata a un singolo tema. Queste giornate, a loro volta ospitate nelle diverse sedi del Piccolo Teatro e trasmesse on line, vedranno la presentazione di ogni tema e la loro discussione da parte di rappresentanti dei saperi, degli interessi e delle rappresentanze di tutta la città. Il risultato di questi confronti sarà patrimonio collettivo di tutta Milano e dei suoi interessi".

"Infine — ha concluso Sala — è mia intenzione, successivamente, organizzare una serie di dialoghi (anch’essi trasmessi on line) durante i quali mi confronterò con personalità del mondo della politica, della conoscenza e della creatività per raccogliere le loro idee e i loro spunti sul futuro di Milano. L’obiettivo è chiudere il tutto per il 7 novembre".

Zingaretti: "Sala è tra i migliori in Italia"

Nessuno sbilanciamento sul tema delle elezioni. Per il momento, infatti, non è ancora chiaro se l'attuale sindaco di Milano si presenterà alle prossime elezioni comunali. "Sala è un sindaco eccezionale, tra i migliori in Italia, che ha governato una città complessa facendola diventare una capitale di livello mondiale in qualche modo. Ora dipende da lui e dai milanesi. Non è il segretario nazionale di un partito che sceglie i sindaci delle città", è quanto ha detto il segretario del Pd Nicola Zingaretti a margine di un comizio a sostegno del candidato sindaco di Voghera Nicola Affronti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La chiamata di Sala ai milanesi: "Sette temi e sette incontri per decidere il futuro di Milano"

MilanoToday è in caricamento