Politica

Coronavirus, Sala: "Il presente è una cappa pesante. Apriamo finestra sul futuro"

Il sindaco con il suo appuntamento 'Laparoladelgiorno' su Facebook

"Tutti noi capiamo che il presente è una cappa pesante, e il timore è per un autunno e un inverno difficili. Proprio per questo va aperta una finestra sul futuro". Queste le parole del sindaco di Milano Beppe Sala nel corso della sua rubrica social 'laparoladelgiorno'.

"Non ho nulla contro il Dpcm - ha detto il primo cittadino - e sono pure d'accordo la ministra dell'Istruzione Azzolina che, resistendo alle pressione di alcune regioni, lavora per tenere aperte le scuole, perché le scuole sono un sistema di relazioni sociali indispensabile per i ragazzi. Questo è ora, se poi le condizioni cambieranno, si cambierà l'intensità delle restrizioni. Però è necessario capire non solo dove siamo ma in che direzione - questa la parola del giorno - andiamo".

"Io penso - ha continuato Sala - che il governo in questo momento debba indicare delle linee guida per lo sviluppo del paese. Per me i settori di investimento principali, dico la mia, dovrebbero essere quello ambientale, quello digitale, quello dell'edilizia popolare e quello della sanità, ripensandola in funzione del territorio, con consultori e medici che vengono a casa".

"Ma quello che in generale consiglio al governo è dire ora in che direzione andiamo - ha concluso il sindaco -. Mi sto studiando il Recovery Fund: è un'opportunità straordinaria, ma quelli sono soldi a disposizione dell'Italia che arriveranno nelle nostre casse nel momento in cui noi produrremo un progetto di Paese in linea con le linee guida dell'Europa, ben identificato con progetti rispetto ai quali poi si potrà dimostrare l'efficacia dell'investimento. Questo è quello che va fatto e quindi oggi va indicata una direzione per il futuro del paese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Sala: "Il presente è una cappa pesante. Apriamo finestra sul futuro"

MilanoToday è in caricamento