Martedì, 27 Luglio 2021
Politica Stazione Centrale / Via Melchiorre Gioia

Riapertura dei Navigli? Sala: "Abbiamo già tanti cantieri e bisogna trovare le risorse"

Il primo cittadino ne aveva fatto un punto cardine del suo programma elettorale, ma ora?

Rendering

Il sindaco di Milano torna a parlare della riapertura dei Navigli, un tema a lui caro e molto affrontato durante la campagna elettorale che lo ha visto essere scelto quale successore di Giuliano Pisapia. “Ci arriveremo ma dobbiamo capire il momento giusto”, ha detto a proposito del progetto, parlando ai microfoni di Radio Deejay.

Per il primo cittadino bisogna tenere conto di due elementi: “Prima di tutto che abbiamo già tanti cantieri e poi c’è il tema che bisogna trovare le risorse finanziarie”.

Il sindaco Beppe Sala, aveva già mostrato di non essere affatto contrario all’idea di riaprire i Navigli. Il primo cittadino ne aveva fatto un punto cardine del suo programma elettorale e a giugno 2016 aveva presentato un progetto concreto per la riapertura dei Navigli - che ricalca uno studio di fattibilità del Politecnico - che prevede quattro tratte distinte, non necessariamente da realizzare nello stesso momento. 

Le quattro tratte, insieme, farebbero connettere il centro con la periferia attraverso la Martesana, "scoprendola" in via Melchiorre Gioia. I i lavori per la realizzazione dell’opera costerebbero circa quattrocento milioni di euro e lo stesso sindaco aveva spiegato che i soldi si potevano in parte reperire attraverso i fondi europei destinati alla sostenibilità urbana. 

Poi, a settembre 2016, Sala aveva rilanciato l'argomento promettendo un referendum vincolante entro il 2017

Sulla questione era arrivato un primo, ma fondamentale, via libera ad aprile 2017. L’inizio della strada verso un tavolo che vedrà seduti insieme comune e regione per rendere possibile il progetto di riaprire i Navigli a Milano. 

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la mozione del vicepresidente Fabrizio Cecchetti, esponente della Lega Nord, che impegna la giunta - recitava il testo - a “promuovere un protocollo di intesa tra la regione Lombardia e il comune di Milano che contenga come punto essenziale la dichiarazione congiunta di voler realizzare la riapertura dei Navigli in Milano e predisponga una proposta che possa diventare l’oggetto della promozione di un accordo di programma tra gli Enti interessati volto a realizzare la riapertura dei Navigli quale opera strategica Regionale.”

“Riaprire completamente il sistema navigli – aveva spiegato Cecchetti - è la vera sfida per tutti i cittadini milanesi e lombardi. Realizzare un progetto del genere vuol dire infatti disegnare la Milano del futuro, rivedendo il traffico e creando nuovi spazi in città, ma significa soprattutto più turismo e nuove opportunità di lavoro per migliaia di persone. Insomma un’occasione unica per fare Milano ancora più bella e per creare posti di lavoro.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura dei Navigli? Sala: "Abbiamo già tanti cantieri e bisogna trovare le risorse"

MilanoToday è in caricamento