Abuso d'ufficio, Sala chiede archiviazione: "Tutto infondato"

La memoria difensiva presentata dagli avvocati

Il sindaco Beppe Sala (foto Ansa)

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, chiede l'archiviazione della nuova accusa di abuso d'ufficio contestata dalla Procura Generale nell'atto di conclusione indagini notificatogli due settimane fa nell'ambito dell'inchiesta per la Piastra di Expo.

La nuova ipotesi di reato - si legge nella memoria difensiva depositata in queste ore - arriva "a conclusione di una affannosa ricerca di una nuova imputazione, a tempi abbondantemente scaduti... E' come l'elisir di Dulcamara: vale per tutte le occasioni in cui non c'è niente di meglio".

Nella memoria depositata in mattinata dai difensori di Sala si legge che la nuova accusa di 'concorso in abuso d'ufficio' contestata all'allora a.d. di Expo insieme all'ex manager Angelo Paris è "infondata", come quella di turbativa d'asta già archiviata.

Secondo i legali, "è determinata da un accanito tentativo della Procura generale di giustificare ad ogni costo la decisione di avocare gli atti" (fonte: ansa).

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento