Politica San Siro / Via Osoppo

San Siro, Matteo Salvini contestato al mercato: "Qui non vogliamo razzisti e fascisti"

La contestazione del centro sociale Cantiere sabato mattina

La contestazione a Salvini in via Osoppo (foto Cantiere)

Contestazione molto vivace all'indirizzo del leader della Lega Nord Matteo Salvini, durante la mattinata di sabato 7 maggio.

E' successo in via Osoppo, tradizionale mercato all'aperto del quartiere di San Siro. Ad "aspettare" l'arrivo di Salvini alcuni militanti del centro sociale Cantiere, che ha la sua sede poco lontano (in viale Monte Rosa) e nel quartiere è attivo con il "Comitato Abitanti San Siro", da non confondersi con il "Comitato di Quartiere San Siro" condotto da Lucia Guerri e Giulia Crippa. I due comitati si distinguono soprattutto per il diverso atteggiamento sul fronte delle occupazioni abusive, più "tollerate" dal "Comitato Abitanti".

«A San Siro non c'è spazio per razzisti e fascisti, per le loro politiche di odio e intolleranza, per le loro speculazioni sui nostri diritti e la nostra vita», si legge in una nota del Cantiere, in cui vengono presi come esempio i tagli all'istruzione da parte della regione e la futura legge sulle case popolari che «mira a privatizzare e distruggere l'edilizia residenziale pubblica».

Secondo i promotori della contestazione, Salvini avrebbe voluto «fare la solita campagna elettorale seminando in un quartiere popolare come San Siro il germe delle sue politiche d'odio e intolleranza. Ma noi non ci stiamo. Il nostro è un quartiere meticcio e antirazzista».

Curioso il fatto che, su Twitter, il "Comitato Abitanti San Siro" abbia utilizzato l'hashtag #legalalega, che riproduce esattamente uno degli slogan con cui (tra il 1992 e il 1993) l'allora Movimento sociale italiano faceva campagna contro la Lega Lombarda (altri slogan erano "Che bega la Lega" o "La Lega ti frega").

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Siro, Matteo Salvini contestato al mercato: "Qui non vogliamo razzisti e fascisti"

MilanoToday è in caricamento