Migranti, Salvini visita il cantiere del Cpr di via Corelli: "Sarà pronto in autunno"

Il ministro: "I lavori procedono spediti perché per fare espulsioni occorrono centri di espulsione"

Salvini davanti al cantiere del Cpr (Ansa Foto)

Breve visita del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, al cantiere del Cpr di via Corelli a Milano, ovvero il Centro di permanenza per il rimpatrio che servirà ad espellere migranti, nella mattinata di venerdì 26 luglio.

"I lavori procedono spediti perché per fare espulsioni occorrono centri di espulsione. Qui - dice il vicepremier - si fanno lavori che non si facevano da dieci anni, entro l'autunno viene pronta una struttura che ospiterà 140 immigrati pronti per essere espulsi", ha chiosato. "Ringrazio i militari che stanno lavorando giorno e notte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al Cpr di Milano, che è un ex Cie (centro identificazione ed espulsione), "si aggiungeranno altre strutture in altre regioni italiani e con questo potremmo espellere più persone perché avremo piùposti, la cosa era ferma da anni".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

Torna su
MilanoToday è in caricamento