menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Lega e Salvini hanno esautorato il presidente Fontana in Lombardia, è un fantasma"

L'accusa del capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Lombardia, Massimo De Rosa

La cosa è sembrata evidente alla maggior parte delle persone negli ultimi giorni. Matteo Salvini decide in Lombardia. Ora il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Lombardia, Massimo De Rosa, lo ha ribadito: il presidente della Regione, Attilio Fontana, con il rimpasto di Giunta in dirittura d’arrivo viene di fatto “esautorato” e l’istituzione regionale “commissariata dalla Lega”. Lo ha scritto in una nota nella quale osserva che i lombardi non meritano tutto questo. “Oggi – ha evidenziato – ci troviamo con un partito, la Lega, che ha commissariato l’istituzione regionale arrivando a parlare a nome suo e con un presidente fantasma”.

“Qualcuno, da via Bellerio, deve aver dato al presidente di Regione Lombardia il permesso di tornare ad esprimersi. Dopo giorni di silenzio, il presidente-fantasma Attilio Fontana torna a far sentire la sua voce. In merito alla spartizione di poltrone in atto in Regione Lombardia il front-office della Lega ha parlato di un nuovo team e pieno di entusiasmo per affrontare i prossimi anni con nuova energia” ha ricordato l’esponente pentastellato.

“Sostenere che Letizia Moratti rappresenti il nuovo è di per sé una contraddizione, viene però da chiedersi se fosse necessario attendere che il disastro assumesse dimensioni così catastrofiche prima di intervenire? Da aprile il Movimento Cinque Stelle chiede un intervento del presidente. Fino a ieri Fontana e la sua maggioranza hanno pubblicamente difeso a spada tratta i protagonisti del fallimento che ha trasformato la Lombardia da locomotiva, a fanalino di coda d’Italia” ha aggiunto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento