Scritta neofascista sul murale al Cavalcavia dell'Ortica: è il secondo caso

La prima volta era successo a dicembre

Foto di Radio Popolare

Un nuovo sfregio al Cavalcavia Buccari, in zona Ortica, dove sono presenti murales pacifisti e antifascisti. Il 14 febbraio è comparsa la scritta "W il duce" con due croci celtiche. La fotografia, diffusa da Radio Popolare, ha fatto il giro dei social e ha suscitato indignazione da più parti. 

E' stato anche fissato un appuntamento alle 17.30 del 14 febbraio per cancellare la scritta. Tra gli altri sarà presente l'artista Walter Contipelli di Orticanoodles.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è un precedente e risale al 4 dicembre 2017, quando - nella notte - venne cancellato il murale con la scritta "Bella ciao" e sostituito con "Duce a noi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, il locale che regala chupiti alle donne che mostrano il seno: esplode la polemica

  • La provocazione di Cracco in Galleria (Milano): ai suoi clienti solo mezza pizza

  • L'anziana che ha "truffato" i truffatori: così una 87enne ha fatto arrestare la "nipote" a Milano

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Il maltempo fa paura: "Forti temporali in arrivo, fino a 150mm di acqua in 6 ore" (Poi la grandine)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento