Il sindaco di Turbigo aumenta le tasse a chi accoglie immigrati, il Pd: "Sconcertante"

Un scelta, continua Bussolati, in perfetta linea con le deliranti difese dei ‘paladini’ della razza bianca

Il sindaco

Più tasse ai cittadini privati che decidono di accogliere immigrati nella propria abitazione. In 'soldoni' è questa la decisione choc intrapresa dal consiglio comunale di Turbigo, un paesino del milanese di poco più di 7mila anime.

Il capolista del PD alle elezioni regionali in Lombardia, Pietro Bussolati, ha definito “sconcertante” e “razzista” il provvedimento voluto dal sindaco di Forza Italia, Christian Garavaglia, approvato nel Consiglio comunale, che prevede l’aumento della tassa sui rifiuti ai privati che aderiscono al Protocollo sull’accoglienza dei migranti.

“È sconcertante la decisione del sindaco di centrodestra di Turbigo, che fa approvare una delibera contenente l’aumento della tassa dei rifiuti per quei privati che decidono di aderire al Protocollo sui migranti – ha commentato Bussolati in una nota – un provvedimento razzista e inaccettabile, che ostacola il prezioso lavoro di tanti amministratori che sul tema dell’accoglienza si stanno impegnando con responsabilità e concretezza, nell’interesse dei cittadini".

Un scelta, continua Bussolati, "in perfetta linea, purtroppo, con le deliranti difese dei ‘paladini’ della razza bianca e di chi, come Regione Lombardia, sul tema non ha fatto altro che girarsi dall’altra parte, mostrandosi incapace e inadatta al ruolo di regia e supporto alle amministrazioni locali che le spetta”.

"Turbigo - ha scritto il sindaco di Forza Italia su Facebook a proposito - continua a dire no agli sprechi miliardari per la gestione incontrollata dei flussi migratori di profughi. In consiglio comunale abbiamo approvato un forte aumento della tassa Tari per chi eventualmente avesse intenzione di ospitare profughi a Turbigo. Dalle parole ai fatti"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento