rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

"La Regione si è dimenticata della strage di Pioltello"

Lo ha denunciato il consigliere regionale del Pd Fabio Pizzul "Fatti del genere non devono più accadere"

È polemica al Pirellone per la mancata commemorazione della strage di Pioltello, incidente ferroviario del 2018 in cui morirono tre persone.

"Sono trascorsi solo 4 anni dal tragico incidente ferroviario di Pioltello che costò la vita a tre persone e la ferita è ancora più che viva nel ricordo di chi ha vissuto quella tragica mattina - ha tuonato in un comunicato Fabio Pizzul, capogruppo di Regione Lombardia -. Non sarebbe, oggi, la giornata per fare polemiche, ma non possiamo sorvolare sul fatto che il presidente Fontana e l’istituzione regionale sembrano aver rimosso il ricordo di quell’evento. Siamo arrivati al pomeriggio e non c’è una nota, non c’è una parola ufficiale per ricordare le vittime e quanto è accaduto 4 anni fa: tutto ciò è grave. La memoria è dovuta a chi ha perso la vita e a chi in modi diversi è stato vittima dell’incidente, e deve essere un monito perché fatti del genere non debbano più succedere".

La strage di Pioltello: cos'è successo

L'incidente è avvenuto il 25 gennaio 2018 sulla linea ferroviaria Milano-Venezia all'altezza di Limito di Pioltello. Il treno regionale 10452 di Trenord, con a bordo circa 350 pendolari, proveniente da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi, deragliò poco dopo essere uscito dalla stazione di Pioltello, in direzione Milano, causando tre morti e 46 feriti.

Per la Procura il disastro ferroviario fu causato da una lunga serie di "omissioni" nella "manutenzione" e nella "sicurezza", messe in atto solo per risparmiare. Il processo è iniziato lo scorso autunno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Regione si è dimenticata della strage di Pioltello"

MilanoToday è in caricamento