Cassano d'Adda, l'ex sindaco Sala patteggia 2 anni per tangenti

Con lui ha patteggiato anche l'architetto Ugliola: i due furono arrestati nel 2011

Edoardo Sala, ex sindaco di Cassano d'Adda

L'ex sindaco di Cassano D'Adda, Edoardo Sala, e l'architetto Michele Ugliola, arrestati nel 2011 nell'ambito dell'inchiesta su un giro di tangenti relative a progetti urbanistici del Comune dell'hinterland milanese, hanno patteggiato una pena rispettivamente di 2 anni e 6 mesi e 2 anni e 4 mesi. Il gup di Milano Vincenzo Tutinelli oggi ha ratificato una decina di patteggiamenti e ha mandato altri imputati a processo, in relazione ad episodi di corruzione e concussione che sarebbero stati commessi tra il 2007 e il 2009.

Lo scorso novembre, infatti, il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo e il pm Paolo Filippini avevano chiuso le indagini a carico di 22 persone e di nove società, contestando un totale di sette milioni di euro di tangenti, tra soldi promessi e versati. Oggi il giudice ha stabilito confische a carico dei pubblici amministratori che hanno patteggiato (assieme ad alcuni imprenditori e a diverse società) per un totale di circa 1,3 milioni di euro, equivalenti alle mazzette versate.

Secondo l'accusa, l'ex sindaco Sala, l'ex vicesindaco, Ambrogio Conforti, e l'ex assessore comunale e attuale consigliere provinciale di Milano, Marco Paoletti, "rappresentanti dei tre partiti di maggioranza in Consiglio Comunale", ossia Pdl, una lista civica e Lega Nord avrebbero affidato all'architetto milanese Michele Ugliola "nell'ambito della procedura di approvazione del Piano di Governo del Territorio", il compito "di concludere accordi corruttivi con gli imprenditori o i proprietari di terreni interessati al cambio di destinazione delle aree secondo i loro interessi privati".

Paoletti (espulso dalla Lega dopo l'inchiesta) ha provato a patteggiare una pena sotto i due anni, ma il gup ha "bocciato" la richiesta e lo ha mandato a processo. Respinto il patteggiamento anche per il cognato e collaboratore di Ugliola, Gilberto Leuci, che è stato rinviato a giudizio assieme anche a Conforti e a un altro ex sindaco di Cassano, Sergio Bestetti e all'imprenditore Francesco Monastero.

(Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento