rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Politica

Tangenti in Lombardia. M5S: "Maroni deve andare a casa"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

“Meglio di così la Lombardia non poteva festeggiare la giornata della trasparenza: il vicepresidente Mantovani è stato arrestato, Maroni andrà a processo e, al momento risulterebbe indagato l’Assessore al bilancio Massimo Garavaglia, braccio destro del governatore.
Stiamo predisponendo  una mozione di sfiducia nei confronti di Maroni che si deve dimettere immediatamente. Ci auguriamo che il Consiglio regionale faccia un atto di orgoglio e che converga sulla nostra richiesta”, così Dario Violi capogruppo del M5S Lombardia.
“I lombardi non si meritano questa vergogna, loro sono evidentemente meglio di chi li governa. L’arresto di oggi è la prova provata che tante denunce che abbiamo sollevato negli ultimi anni sono fondate e che Maroni non è mai stato in grado di allontanare le lobby di affaristi e corruttori dalla cassaforte dei lombardi. E’ necessario tornare al voto subito e Maroni e i suoi assessori devono tornarsene a casa a cercarsi un lavoro per la prima volta nella loro vita. Per riportare legalità, pulizia e onestà in regione c’è bisogno di una Lombardia a Cinque Stelle”, conclude Violi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti in Lombardia. M5S: "Maroni deve andare a casa"

MilanoToday è in caricamento