Politica

Tangenti, Prosperini ai domiciliari

La Procura di Milano ha concesso i domiciliari a Pier Gianni Prosperini, finito in carcere a dicembre nell'inchiesta sul presunto giro di mazzette legate alla promozione televisiva del turismo regionale

Pier Gianni Prosperini,  l'ex assessore regionale lombardo, sarà trasferito agli arresti domiciliari. Lo ha disposto la Procura di Milano. Prosperini era finito in carcere lo scorso dicembre, assieme al patron del gruppo Profit-Odeon Tv Raimondo Lagostena e al consulente Massimo Saini, per un presunto giro di tangenti legate alla promozione televisiva del turismo regionale. L'ex assessore della Lombardia ha patteggiato 3 anni e 5 mesi di reclusione e 1.500 euro di multa. Lo ha detto questa mattina il suo avvocato, Ettore Traini, formalizzando un accordo di patteggiamento con i pm Alfredo Robledo e Paolo Storari.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti, Prosperini ai domiciliari

MilanoToday è in caricamento