menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un taser

Un taser

Taser agli agenti della polizia locale: il consiglio comunale dice "No"

Approvata la mozione di "Milano progressista" in cui si chiede alla giunta di non dotare i ghisa delle pistole elettriche

"Non date le pistole taser alla polizia locale". È questo, in sintesi, l'appello del consiglio comunale di Milano alla giunta guidata da Giuseppe Sala. Il parlamentino, infatti, ha approvato un ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Milano Progressista in cui si chiedeva alla giunta di "non dotare il corpo di polizia locale della città di Milano con impulsi elettrici (taser)". Il motivo? Secondo la forza politica di maggioranza i taser sarebbero "particolarmente pericolosi, specie nei confronti dei soggetti più vulnerabili, e lesivi dei diritti fondametali della persona". Sempre nel documento si legge che l'utilizzo della pistola elettrica "distrarrebbe la polizia locale dai compiti che le sono propri e senza l'assolvimento dei quali la vivibilità delle città risulterebbe fortemente compromessa".

Durante la votazione (27 consiglieri presenti in aula) il testo è stato approvato con 22 voti positivi, contrari solo Lega e Forza Italia, mentre il M5s si è astenuto. Nel documento viene stigmatizzato l'utilizzo del taser che però dalla seconda parte del 2018 è stato adottato, in via sperimentale, da carabinieri e polizia. Secondo una indagine di Amnesty International, riportata nel testo della mozione, "più di 400 persone sono morte negli Usa dopo essere state colpite da pistole taser".

Che cos'è il taser

Si tratta di un'arma non letale che utilizza l’elettricità (una scarica ad alta tensione e bassa intensità di corrente) per far contrarre i muscoli di chi viene colpito. Tradotto? La persona su cui viene utilizzato il dispositivo viene immobilizzata totalmente.

Il funzionamento è semplice: quando viene azionato il taser proietta due piccoli dardi sulla vittima. Questi sono collegati tramite dei fili elettrici al resto del dispositivo che produce una scarica rilasciata in brevissimi impulsi. Per funzionare correttamente entrambi i dardi devono colpire il bersaglio ma non è necessario che attraversino i vestiti, inoltre è possibile toccare il soggetto colpito senza subire l'effetto del taser perché l'elettricità passa solo per il percorso più breve che unisce i due dardi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento