rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Politica

Approvata la tassa di soggiorno: un euro per ogni stella di hotel

Dal 1 settembre 2012, si pagherà per stare a Milano: un euro per ogni stella dell'albergo di pernottamento. Diverse le categorie esentate. Non sono mancate le scintille in Consiglio

E' stata approvata questa sera dal Consiglio comunale di Milano con 27 voti favorevoli, 14 contrari e nessun astenuto, l'introduzione dell'imposta di soggiorno che entrerà in vigore dal 1 settembre 2012.

"Un provvedimento che allinea Milano a quanto già accade nella maggior parte delle città turistiche italiane ed europee", ha commentato l'assessore al Commercio Franco D'Alfonso. Destinatari saranno tutti i soggetti che alloggeranno nelle strutture ricettive presenti sul territorio comunale.

L'applicazione sarà proporzionale alla tipologia delle strutture ricettive prescelte, alberghiere o extra-alberghiere, con il pagamento di un numero di euro pari al numero di stelle (1 stella 1 euro, 2 stelle 2 euro, 3 stelle 3 euro, 4 stelle 4 euro, 5 stelle 5 euro). L'imposta verrà applicata a persona e per ogni giorno di permanenza, fatta eccezione per i residence per i quali sarà applicata fino a un massimo di 14 pernottamenti consecutivi.

Le esenzioni previste riguardano tutti i residenti a Milano, i minori di 18 anni, i giovani fino a 30 anni che pernottano negli ostelli per la gioventù, gli studenti universitari under 26 che alloggiano in strutture universitarie. Esenti anche i familiari e gli accompagnatori, limitatamente al periodo di ricovero, di cura o day hospital di persone degenti nelle strutture sanitarie di Milano e Provincia e gli appartenenti alle forze dell'ordine e della Protezione civile che, per motivi di servizio, alloggiano in città. 

L'imposta potrà essere ridotta del 50% per i periodi di scarsa affluenza turistica individuati sulla base delle rilevazioni statistiche degli andamenti dei flussi turistici, a luglio e agosto e dal 10 dicembre al 10 gennaio. Per eventi congressuali e fieristici di rilevante importanza, l'agevolazione è condizionata a una riduzione dei prezzi praticati dalle strutture pari almeno al 25%.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvata la tassa di soggiorno: un euro per ogni stella di hotel

MilanoToday è in caricamento