rotate-mobile
Politica

Sciopero taxi, "Regione Lombardia si schieri contro liberalizzazioni"

A scriverlo nero su bianco è il consigliere regionale della Lega, Max Bastoni

“Ci sarà anche un nuovo che avanza ma il risultato finale è che ci sono tanti che in parallelo sono costretti a chiudere”. A parlare è il Consigliere regionale lombardo della Lega, Max Bastoni, a sostegno dello sciopero nazionale indetto dai sindacati dei taxisti il 24 novembre contro le liberazioni messe in atto dal ddl sulla concorrenza che, all’articolo 8, permetterebbe al Governo di aprire ad una equivoca concorrenza per dare una maggiore possibilità di scelta agli utenti con servizi quali ad esempio Uber.

“Le multinazionali stanno deregolamentando da tempo il trasporto pubblico locale non di linea approfittando della lentezza del Governo e al caos delle app tecnologiche. Niente licenza o autorizzazione e, di conseguenza, molte meno spese permettendosi di stabilire tariffe più basse e quindi di essere più competitive e ottenere un vantaggio rispetto alla concorrenza”, spiega il consigliere regionale leghista Max Bastoni.

“Serve un intervento che sospenda le attività delle multinazionali che, non dimentichiamocelo, sono degli intermediari tra domanda e offerta in Italia ma che pagano le tasse in altri paesi. Regione Lombardia si faccia promotore verso il Governo a tutela dei taxisti. Un Governo che deve intervenire e non far finta di non vedere”, prosegue Bastoni a margine della V Commissione Trasporti del Consiglio regionale della Lombardia dove si è discusso il parere sulle modifiche al Regolamento del bacino di traffico del sistema aeroportuale lombardo del servizio taxi.

“Il DDL sulla concorrenza prevede la possibilità di ridefinire la disciplina in materia di trasporto pubblico non di linea, al fine di adeguare l’assetto regolatorio alle innovative forme di mobilità e il problema è proprio sul concetto di innovazione che fa rima con multinazionali”, conclude Bastoni: “Chi vuole liberalizzare il servizio dovrebbe rimborsare chi ha già pagato o sta ancora pagando il costo della licenza.  A quel punto e a parità di condizioni potremmo vedere come funziona il libero mercato ai tempi della sharing economy”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero taxi, "Regione Lombardia si schieri contro liberalizzazioni"

MilanoToday è in caricamento