rotate-mobile
Politica Rho

Pgt, vince l'opposizione: il tunnel da Rho a Linate è rimandato

Il progetto dovrà passare al vaglio del Piano urbano di mobilità, dove si verificheranno gli impatti ambientali. L'opposizione canta vittoria

IL tunnel che avrebbe dovuto collegare Linate alla fiera di Rho non è più in previsione nel piano di governo del territorio, ma è diventato una proposta che dovrà passare al vaglio del piano di mobilità urbana. E' questo il risultato più importante del consiglio comunale di ieri dove al termine di una seduta accesa, a tratti vibrante, l'aula ha approvato all'unanimità il maxi emendamento che, pur mantenendo nel Pgt l'ipotesi di un tracciato sotterraneo dal city airport a Rho che attraversa diagonalmente la città, lo derubrica da previsione a proposta.

"L'eventuale realizzazione" è rimandata alla futura approvazione del piano di mobilità urbana che verificherà "l'impatto ambientale, l'utilità dell'opera e i tempi di realizzazione" senza alcun finanziamento da parte degli enti locali.

Ad esultare è l'opposizione. Pierfrancesco Majorino del Pd: "Questo è il risultato di una dura lotta che abbiamo condotto - ha esultato Pierfrancesco Majorino (Pd) - mi auguro ora che i finanziamenti pubblici che sarebbero dovuti andare ai tunnel siano destinati alle metropolitane ancora in bilico".

Nel corso della seduta si è anche deciso, di comune accordo, di stralciare dal Pgt ogni indicazione volumetrica sull'area dove sorgerà l'Expo, demandando ogni definizione di indice edificatorio al prossimo accordo di programma.


La giunta, attreverso l'assessore all'Urbanistica Carlo Masseroli ostenta ottimismo: "Il percorso sul Pgt è partito ed è partito bene ed io resto fiducioso perché le persone che hanno lavorato all'intesa sono serie e hanno definito un metodo e tempi precisi: il nervosismo dell'aula non mi preoccupa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pgt, vince l'opposizione: il tunnel da Rho a Linate è rimandato

MilanoToday è in caricamento