Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Vaccini obbligatori par andare a scuola, Sala: "A Milano la situazione è sotto controllo"

Dal 12 marzo, infatti, i bambini che non saranno stati messi in regola con l'obbligo dei vaccini dovrebbero essere esclusi dalla frequenza scolastica (all'asilo) o le loro famiglie multate

Sala

"A Milano abbiamo pochi bambini che non sono in regola" con le vaccinazioni e "mi appello al fatto che non si strumentalizzi su questi pochi casi". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, interpellato sui casi delle famiglie non in regola con le vaccinazioni perché non hanno presentato il certificato come previsto dalla legge Lorenzin.

"La situazione è ampiamente sotto controllo. Oggi vedremo di gestire questi pochi bambini che non sono in regola" ha aggiunto Sala parlando a margine della presentazione della 'Digital week' di Microsoft.

Dal 12 marzo, infatti, i bambini che non saranno stati messi in regola con l'obbligo dei vaccini dovrebbero essere esclusi dalla frequenza scolastica (all'asilo) o le loro famiglie multate (per la scuola dell'obbligo). La Legge Lorenzin è chiara su questo. E anche se dovesse essere abolita, come propongono Movimento 5 Stelle e Lega, per ora è in vigore. 

Sabato 10 scade infatti il termine, per le famiglie, per produrre la documentazione che attesta che i loro figli sono in regola. Tuttavia la scadenza è oggetto di una certa confusione perché il 27 febbraio, con pochi giorni di anticipo, i due ministeri competenti (Salute e Istruzione) hanno diramato la circolare che indica le procedure per arrivare alla multa o all'esclusione. Una procedura più facile da attuare per quelle Regioni in possesso di una "anagrafe vaccinale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini obbligatori par andare a scuola, Sala: "A Milano la situazione è sotto controllo"

MilanoToday è in caricamento