Vaccini obbligatori per iscriversi a scuola: il consiglio comunale prende tempo

Ritirato un ordine del giorno del medico-consigliere Fumagalli (Lista Sala): se ne discuterà in commissione

Vaccinazioni obbligatorie: il consiglio comunale prende tempo

Prima di essere consigliere comunale è un noto dermatologo: sicuramente per questo Marco Fumagalli (eletto con la Lista Sala a Palazzo Marino) ha presentato un ordine del giorno in aula per proporre la vaccinazione obbligatoria per i bambini che vengono iscritti agli asili nido e alle scuole materne. Il discorso sull'obbligatorietà dei vaccini come requisito per l'iscrizione a scuola, però, come è noto divide parecchio il mondo politico.

L'ordine del giorno è stato ritirato e se ne discuterà in commissione educazione. Ufficialmente per verificare la legittimità, ma sicuramente anche per consentire ai partiti un momento di riflessione. Forza Italia lascerà certamente libertà di voto: nel partito di Berlusconi convivono l'anima favorevole all'obbligatorietà (ad esempio Mariastella Gelmini, consigliera comunale a Milano) e quella che preferisce lasciare libertà decisionale (ad esempio Giulio Gallera, assessore regionale al welfare). Per la Lega Nord, a favore della "libertà di vaccino" si è ampiamente espresso il presidente della regione Roberto Maroni.

Compatto contro l'ordine del giorno il Movimento 5 Stelle: l'ex candidato sindaco Gianluca Corrado (che ha posto la questione di legittimità spiegando che oggi è prassi comune fare il vaccino esavalente contro i soli quattro vaccini realmente obbligatori: poliomielite, difterite, tetano ed epatite B) intende difendere fino in fondo il principio di "libertà di terapia". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Diviso il Partito Democratico. Il capogruppo Filippo Barberis è al lavoro per mediare le diverse posizioni. Anna Scavuzzo, assessore all'educazione e vice sindaco, è invece favorevole all'obbligatorietà delle vaccinazioni come requisito per le iscrizioni, ma vorrebbe che prima venissero raccolti i dati esatti sulla situazione delle vaccinazioni dei bimbi milanesi già iscritti. Dati che, a onore del vero, non si capisce come potrebbero modifcare successivamente l'opinione pro o contro l'obbligo di vaccinarsi per iscriversi a scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Terrore in Duomo: uomo armato di coltello prende in ostaggio guardia giurata, arrestato

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Coronavirus, tamponi e mini isolamento per chi torna da Spagna, Grecia, Malta e Croazia

  • Milano, abbonamenti Atm: via ai rimborsi per le mensilità non utilizzate durante il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento