rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

"Si avvicinano le elezioni comunali e così i costi della Fiera di Santa Croce decollano a 32.194 €"

L'Unione per Vittuone: "I bilanci comunali che presentano una gestione economica negativa, si cerca di economizzare su tutto, ma questa amministrazione comunale preferisce spendere denari pubblici per la propria propaganda invece di chiudere i buchi delle strade"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Gli anni dell’amministrazione comunale “cicala”, quando si inventavano feste come “Vittuone saluta l’estate”, “la festa di primavera”, “la festa della mamma in cascina”, sono ormai lontani. Ora, con bilanci comunali che presentano una gestione economica negativa, si cerca di economizzare su tutto, ma questa amministrazione comunale preferisce spendere denari pubblici per la propria propaganda invece di chiudere i buchi delle strade.

Infatti quasi la metà della spesa per la Fiera di Santa Croce, 14.200€, è stata impiegata per la realizzazione della “città dei bambini”, cioè la riproduzione in scala della Villa Venini, del centro sportivo e del mezzo-bocciodromo, che nelle intenzioni del Comune avrebbe dovuto “celebrare” le realizzazioni dell’amministrazione (la scuola media però cosa c’entra?). 

Visto comunque il lungo elenco delle opere pubbliche promesse ma non realizzate, riportato nella nostra ultima news, la maggioranza inizia la campagna elettorale cercando scuse e quindiper le promesse non mantenute inventa balle.

Perché non è ancora agibile il Parco della Villa Venini che doveva essere “ristrutturato” l’anno scorso direttamente dal Comune? Semplicemente perché in bilancio non ci sono più soldi, e allora si cerca di addossare le responsabilità al ricorso al TAR di Legambiente, azione che però non c’entra assolutamente niente. Così come per la ristrutturazione della Villa, dato che i lottizzanti hanno già il “permesso di costruire”!

Non solo opere non fatte, ma anche lavori pubblici fatti male, con evidente spreco di denaro.

Che dire infatti del bosco urbano di mitigazione ambientale, di fronte al Centro Commerciale “Il Destriero”, dal costo di 356.868,23 €? Il progetto prevedeva fra l’altro la piantumazione di:

  • 142  alberi per un costo complessivo di 54.690 €,
  • 19.000 mq di manto erboso per un costo di 57.000 €,
  • 4.000 arbusti da fiore per un costo complessivo 42.000 €,
  • 17.000 piante officinali perenni per un costo complessivo 25.500 €.

Andate a vedere quante piante sono rimaste vive, ammirate il tappeto erboso da 57.000€;ecco com’è ridotto il bosco urbano costato 356.000€

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si avvicinano le elezioni comunali e così i costi della Fiera di Santa Croce decollano a 32.194 €"

MilanoToday è in caricamento