rotate-mobile
Politica Stazione Centrale

Wagon Lits, Vendola sotto la torre: "E' un problema del Governo"

Il leader di Sel si è recato sotto la torre in Stazione Centrale per dare solidarietà ai lavoratori in protesta da mesi per la soppressione dei treni notte: "Subito un tavolo con Passera e le parti sociali"

Martedì mattina anche Nichi Vendola ha fatto visita ai lavoratori Wagon Lits che stanno protestando da oltre due mesi per la soppressione dei treni notte e il conseguente licenziamento di molti lavoratori in tutta Italia. A Milano, in stazione Centrale, ci sono ancora due operai sulla torre faro, il luogo simbolo della rivendicazione sociale dei ferrovieri.

La loro battaglia - secondo il leader di Sel, che ha parlato coi giornalisti- non è solo quella di chi rivendica il proprio posto di lavoro, ma un problema sociale di tutto il paese, privato della possibilità di viaggiare coi treni notte da nord a sud: da una parte c'è "il diritto soggettivo di chi ha perso il lavoro", dall'altra "il tema della coesione sociale del paese", colpito in questi anni da "una politica di sabotaggio".

Secondo Vendola i ferrovieri in presidio non dovrebbero rivolgersi principalmente a Mauro Moretti, numero uno di Trenitalia, ma al governo: "Se si cambia la storia del trasporto pubblico ferroviario, si sta cambiando un pezzo di welfare - ha affermato - e di questo il Governo deve assumersi la responsabilità. Bisogna istituire un unico tavolo tecnico-politico, a cui prendano parte il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, e tutti gli altri interlocutori, per discutere, non solo a livello locale, di cosa significa rompere la spina dorsale dell'Italia".

Sulla protesta dei due operai ancora sulla torre (uno lì da 60 giorni, l'altro salito da pochi giorni), Vendola ha detto che "nel 2012 rischiare la pelle per il diritto a lottare è insopportabile". Quando è arrivato, Vendola è stato accolto da un applauso e ha parlato via megafono con Oliviero e Stanislao, i due ferrovieri. Che hanno gridato: "Dopo 60 giorni di protesta siamo ancora qui a rivendicare non solo il posto di lavoro, ma anche il ripristino di un diritto costituzionale. Chiediamo di spingere perchè la vertenza si risolva al più presto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wagon Lits, Vendola sotto la torre: "E' un problema del Governo"

MilanoToday è in caricamento