Zambetti intercettato: "Magistrati figli di p... la Boccassini"

Si lamenta così l'ex assessore alla casa in carcere dallo scorso 10 ottobre con l'accusa di voto di scambio

Domenico Zambetti

Continuano a emergere intercettazioni sui colloqui in carcere di Domenico Zambetti. "Sti cornuti, si fa presto a parlare con il c... degli altri, fanno quello che vogliono 'sti figli di p...di magistrati...la Boccassini!": si lamenta così l'ex assessore alla casa in carcere dallo scorso 10 ottobre con l'accusa di voto di scambio nell'ambito dell'inchiesta del pm della dda milanese Giuseppe D'Amico e del procuratore aggiunto Ilda Boccassini.

L'intercettazione, ora sotto forma di brogliaccio, è avvenuta nella sala colloqui della casa di reclusione di Opera il 17 ottobre, durante un incontro tra l'ex assessore, la convivente e la figlia. Zambetti, da poco arrestato, si sfoga insultando anche i pm milanesi e dicendo alla compagna "io non centro un c... con questa storia. Ieri sono andati a sequestrare la cassetta di sicurezza, lo sai?".

E ancora: "Per questo sono tranquillo, la mia è la verità, poi se credono ai delinquenti non lo so". L'ex assessore rivolgendosi alla donna, prosegue: "E' dopo che ci sono state le elezioni, perché questa roba qui è successa dopo le elezioni... è successo dopo. Mi hanno tirato un tranello a Magenta e io non sapevo e lo dicono pure. Che c... devo fare, ammazzargli i figli ed i nipoti? 'Sti cornuti, si fa presto a parlare con il c... degli altri, fanno quello che vogliono sti figli di p.... di magistrati...la Boccassini!''. E dopo che la convivente gli replica "...fa il suo mestiere..." lui attacca di nuovo: "ma che fa il suo mestiere, col cavolo!".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento