rotate-mobile
Politica

"Dobbiamo trovare un paio di tr... per Zambetti. Quello esce pazzo"

Il presunto boss Eugenio Costantino parla così in un'intercettazione dell'ex assessore lombardo, Domenico Zambetti, finito in carcere nell'inchiesta della Dda di Milano

"Dobbiamo trovare un paio di troione, una sera di queste dobbiamo invitare Zambetti a cena, lo dobbiamo tenere sotto a Zambetti, quello esce pazzo per le femmine". Così il presunto boss Eugenio Costantino parla in un'intercettazione dell'ex assessore lombardo, Domenico Zambetti, finito in carcere nell'inchiesta della Dda di Milano.

L'intercettazione del giugno 2011 è negli atti allegati alla richiesta di custodia cautelare. 
 
Precisamente nell'intercettazione ambientale del 6 giugno 2011 Costantino, che secondo l'accusa avrebbe 'tenuto in pugno' l'assessore Zambetti per conto dei vertici della 'ndrangheta in Lombardia, parla con Ciro Simonte, un altro degli arrestati.
 
''A Sedriano - dice Costantino - fanno una riunione del partito tutti quanti. Ma devo chiamare a Marco (Scalambra Marco, medico arrestato, ndr) per quanto riguarda il ristorante non so o lo abbandoniamo quel discorso? ... Dobbiamo trovare un paio di troione, una sera di queste dobbiamo invitare Zambetti a cena, lo dobbiamo tenere sotto a Zambetti". E ancora: "Quello esce pazzo per le femmine, adesso parlo con Alessandro (Gugliotta, uno dei collettori di voti per Zambetti, secondo l'accusa, ndr) che ha un amico che ha le femmine a Milano, che lo spella veramente, organizziamo una cenettina".
 
 
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dobbiamo trovare un paio di tr... per Zambetti. Quello esce pazzo"

MilanoToday è in caricamento