Ristorante

Podkova

Contatti

  • 02/89515776‎

Orari

19.00 - 01.00 Mercoledì

Caratteristiche

  • Prenotazione consigliata
  • Sala fumatori
Mappa
Via della Chiesa Rossa, 25 · Milano Stadera

Podkova: La cucina russa spopola nella patria della cotoletta

In principio era amore adesso si chiama Podkova. Ristorante etnico con una cucina mista tra il russo e il mediterraneo con pizzichi di culinaria tedesca ed ebraica.
L'ambiente semplice ma molto rigoroso, una bella sala dalla forma rettangolare con un tappeto di velluto rosso che ricorda molto i fasti della madre- patria.
Il nome Podkova significa ferro di cavallo un segno benaugurale ,anche nel ex - paese sovietico,l'atmosfera è sfarzosa adatta alla locazione in zona Navigli.
Il ristorante ha aperto i battenti un paio d'anni fa, inizialmente rivolto a compatrioti presenti in città ma la cura dei cibi e l'esclusività della cucina hanno conquistato il pubblico milanese.
I piatti variano da tra entrée insalata russa, aringhe con patate, lingua con rafano. Seguono i primi piatti: il borsch, piatto russo per eccellenza, una minestra di carne, patate e barbabietola condita con panna acida oppure i pelmeni - ravioli, asciutti o in brodo. Di secondo: spiedini di carne, ricchi filetti, polpette, padellate di carni miste, storione, e una mezza anatra con prugne, mele e patate. Naturalmente c'è anche il caviale, rosso e nero. Buona la carta dei vini che vede imporsi quelli italici, ma i russi ordinano la loro birra
Nella sala prevale il color vermiglio che ben s'adatta alla birra Baltika o meglio alla vodka.

I più letti


Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Ristoranti popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento