menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cancro vescica, ricerca Humanitas: il farmaco che "mangia" la cellula tumorale

Promettenti studi sul carcinoma alla vescica, che ogni anno colpisce 26mila persone in Italia

Ogni anno in Italia, sono oltre 26mila le nuove diagnosi di tumore alla vescica, una patologia preoccupante per il numero consistente di casi, in certe zone del mondo addirittura in aumento. Ecco perché ha particolare importanza il recente studio di Humanitas e Humanitas University in cui è stato scoperto il ruolo della mitomicina C nell’attivazione del sistema immunitario.

La mitomicina è un farmaco chemioterapico usato da più di 50 anni per il carcinoma alla vescica. La professoressa Maria Rescigno, ordinario di Patologia Generale di Humanitas University e pro rettore vicario con delega alla Ricerca, spiega in una nota delle scorse ore: «Insieme ai colleghi urologi, abbiamo avviato questo lavoro partendo da un dato: la mitomicina funziona nel 40% circa dei pazienti, mentre la metà ha una recidiva dopo il trattamento. Ci siamo chiesti da cosa dipendesse questo esito».

Ne è risultato che in alcuni pazienti la mitomicina funziona anche da attivatore del sistema immunitario, risvegliando la risposta contro il tumore. Il farmaco, cioè, provoca la cosiddetta morte immunogenica, attivando un segnale che spinge le cellule del sistema immunitario a “mangiare” la cellula tumorale. È un meccanismo di azione della mitomicina mai descritto prima e può aiutarci a prevedere la risposta alla cura e monitorare i pazienti a rischio recidiva ed eventualmente scegliere terapie diverse.

«Oggi operiamo il paziente per rimuovere il tumore, poi facciamo un lavaggio vescicale con la mitomicina che agisce sulle cellule che potrebbero essere sfuggite alla chirurgia - continua il dottor Rodolfo Hurle, Urologo di Humanitas –. In base ai risultati dello studio, potremmo valutare se sia vantaggioso dare il farmaco anche prima della chirurgia e scatenare in anticipo la risposta immunitaria. Il prossimo avanzamento sarà studiare lo stesso approccio per i pazienti con tumore alla vescica muscolo-infiltrante, quindi più aggressivo». Questo importante risultato si aggiunge ai tanti sforzi messi in campo dalla Ricerca Humanitas nello studio del sistema immunitario contro i tumori e altre patologie dall'alto impatto sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Il calcolatore che stima quando sarà il tuo turno per il vaccino anti-covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento