MilanoToday

Schalke-Inter 2-1 | Niente miracolo: i nerazzurri dicono addio alla Champions

I campioni in carica dell'Inter abdicano e salutano l'Europa che conta di più. In Germania non arriva l'impresa interista. I ragazzi di Leonardo pagano la serataccia dell'andata a 'San Siro' persa per 5 a 2

All''Auf Schalke Arena' si affrontano Schalke 04 e Inter in una sfida che, visto il clamoroso risultato dell'andata, potrebbe essere l'inaspettato capolinea dei nerazzurri nella competizione che li ha visti trionfare dopo vari decenni l'anno scorso. Chi vaticinava una comoda strada verso la finale di Wembley spianata dalla Dea Bendata per i milanesi s'è dovuto ricredere.

Per l'Inter passare il però turno sarebbe ancora più gratificante dopo il risultato dell'andata. Leonardo non ha a disposizione lo squalificato Chivu e Pazzini, che non può giocare in Champions. Davanti a Julio Cesar giocano Maicon, Ranocchia, Lucio e Nagatomo; a centrocampo Stankovic, Motta e il capitano Zanetti, con Cambiasso che parte dalla panchina; in attacco Sneijder alle spalle di Eto'o e Milito. Eto'o ha avuto un piccolo problema nel riscaldamento, ma è regolarmente in campo. Nelle coppe europee nessuna squadra è mai riuscita a recuperare da 2-5 e neanche questa volta c'è l'eccezione. L'Inter nel primo tempo ci prova, ma lo Schalke si difende bene e soffre il giusto.

Sul finale del primo tempo poi la doccia ghiacciata definitiva: buco difensivo dell'Inter: Jurado tocca in profondità per Raul, Lucio è fuori posizione e l'attaccante spagnolo ha tutto il tempo per entrare in area indisturbato, superare Julio Cesar e infilare in porta il pallone dell'1-0. Schalke in vantaggio sull'Inter al termine dei primi 45 minuti. La squadra di Leonardo gioca con orgoglio, pressa, crea qualche palla gol, ma viene infilata nel finale nell'unica vera occasione per i tedeschi, complice una disattenzione della difesa nerazzurra. Nel secondo tempo Leonardo inserisce subito Pandev per Stankovic. Al 5' della ripresa, da calcio d'angolo, Thiago Motta svetta su tutti e pareggia il match. I nerazzurri ci provano col cuore ma i tedeschi, ben organizzati, ripartono spesso in contropiede. Al quarto d'ora, gol annullato a Howedes: calcio d'angolo, tocco di testadi Baumjohan e tocco sottoporta di Howedes, che però era in fuorigioco. L'Inter reagisce e dopo pochi minuti Eto'o, sfiora la palla e l'eventuale gol del vantaggio da posizione favorevole. I ragazzi di Leonardo ci provano, ma senza molte idee e la voglia dei singoli non basta.

La girandola dei cambi e il tempo che passa, affievolisce ancora di più le speranze di un Inter che va avanti per forza di inerzia. Al 36', proiezione offensiva di Howedes lanciato in profondità da Jurado, Julio Cesar esce ma il difensore centrale con un destro rasoterra batte il portiere nerazzurro: 2-1. Oltre al danno anche la beffa. L'Inter non ne ha più e lo Schalke può festeggiare una clamorosa ma meritata qualificazione alle semifinali di Champions League, dove affronterà il Manchester United.

 

TABELLINO

 

SCHALKE 04-INTER 2-1

Schalke 04 (4-4-2): Neuer; Uchida, Metzelder, Howedes, Sarpei; Baumjohann (28' st Draxler), Matip, Papadopoulos, Jurado; Raul, Edu (32' st Charisteas). 
A disp.: Schober, Plestan, Schmitz, Hao, Karimi. All.: Rangnick

Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; Zanetti, Thiago Motta, Stankovic (1' st Pandev); Sneijder (35' st Coutinho); Milito, Eto'o.
A disp.: Castellazzi, Cordoba, Materazzi, Cambiasso, Kharja. All.: Leonardo

Arbitro: Skomina

Marcatori: 45' Raul (S); 4' st Motta (I); 36' st Howedes (S)

Ammoniti: Lucio (I), Raul (S), Motta (I), Papadopoulos (S)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schalke-Inter 2-1 | Niente miracolo: i nerazzurri dicono addio alla Champions

MilanoToday è in caricamento